REGIONE MOLISE

Oggetto: Convocazione ASSEMBLEA REGIONALE DEI SOCI A.P.N.E.C. MOLISE DEL 27 AGOSTO 2018

L’assemblea dei soci A.P.N.E.C. Molise è convocata per il giorno 27 AGOSTO 2018 alle ore 18.00 in prima convocazione e alle ore 19.00 in seconda convocazione presso “GRAN HOTEL EUROPA” – Viale dei Pentri, 76 ISERNIA (IS) con il seguente ordine del giorno:

– Elezione del Consiglio Regionale
– Varie ed eventuali.

 

Verbale della Assemblea dei Presidenti Regionali del 06 dicembre 2017 tenutasi in Ancona

Alle ore 14:30 inizia la seduta odierna avente il seguente Ordine del Giorno: O.d.G

  1. Saluti e comunicazioni della Presidenza
  2. Nomina del Coordinatore Presidenti Regionali
  3. Varie ed eventuali

Sono presenti:

Bindi Alessandro -Presidente Nazionale

Sampaolesi Nadia – Vice Presidente Vicario

Ferrara Ciro – Tesoriere

Borgo Daniela – Segretaria

Papa Claudio – Consigliere

Alessi Adamo – Consigliere

Tassarotti Irene – Consigliere

Rapagnetta Laura – Presidente Consiglio Nazionale

Violet Aldo – Coordinatore Comitato Scientifico

Eleonora Pioni – Presidente Regione Toscana

Laura Ceccolini – Presidente Regione Friuli Venezia Giulia

Francesca Buso – Presidente Regione Umbria

Adele Di Tizio – Presidente Regione Abruzzo

Il Presidente saluta e ringrazia i partecipanti. Porta a conoscenza della volontà di poter organizzare per il nuovo anno un Convegno APNEC e della volontà della Direzione Nazionale di poter intervenire in maniera analoga a quanto effettuato quest’anno alla presentazione per l’anno 2018 di momenti formativi valevoli per il percorso “esperto nella rieducazione comportamentale”.

Sollecita il Presidente Umbria affinchè sia possibile poter organizzare gli eventi gratuiti proposti dalla Direzione Nazionale entro il mese di febbraio p.v.

Porta a conoscenza dell’esigenze di interessare il legale di fiducia dell’ Associazione affinchè intervenga ad analisi del Regolamento emanato dalla Regione Friiuli Venezia Giulia relativamente alle norme riferite alla nostra professione.

 

Prende la parola Aldo Violet che espone quanto emerso in sede di Comitato Scientifico relativamente alle iniziative da dedicare alla crescita formativa dei nostri soci e delle quali la Direzione Nazionale interverrà attraverso apposita comunicazione.

L’assemblea propone alla Segretaria Nazionale Dr.ssa Borgo, che accetta, di adempiere alla relazione del necessario verbale.

La Segreteria acquisisce agli atti le deleghe al voto:

Stefania Marchese ( Sicilia) Andrea Conga ( Liguria) Ilenia Odore (Campania)

Elena Pioni si candida a ricoprire il ruolo di Coordinatore dei Presidenti Regionali. Vengono individuati due scrutatori : Papa Claudio e Ferrara Ciro.
Si procede al voto segreto esito del quale:

  • –  sei schede riportanti voti espresso a favore di Elena Pioni
  • –  una scheda nulla

 

A seguito di quanto sopra il Presidente si congratula con il Presidente Regione Toscana per l’incarico acquisto certo in una fattiva e produttiva collaborazione.

Alle ore 16,00 termina l’assemblea.

A tutti i Soci A.P.N.E.C.

Cari colleghi,

la Direzione Nazionale in data 06 dicembre 2017 avendo recepito quanto indicato in sede di Comitato Scientifico in data 10 ottobre u.s., ritiene di intervenire con propria nota in merito all’utilizzo di canali comunicativi a “distanza” in ordine al loro utilizzo in materie connesse alla nostra professione con particolare riferimento a consulenze prodotte attraverso tali canali relativamente alle problematiche comportamentali che possono interessare i cane.

In campo cinofilo, la risoluzione di un problema comportamentale tramite collegamento telefonico, mezzo Skype o equivalente, appare del tutto inappropriata in quanto si pone come fattore acquisito la capacità del proprietario del cane di obiettivare il comportamento dell’animale stesso; cosa questa improbabile in condizioni non problematiche e che risulta ancor più improbabile in situazioni che implicano problematiche comportamentali.

Si ritiene necessario poter contare su di un’interazione diretta dell’operatore con l’animale, interazione che tra le altre non può prescindere dall’attenta analisi comportamentale dello stesso, del suo contesto di vita abituale, e dell’esame della relazione che si presenta esistere tra il cane ed il proprietario.

Per quanto sopra esplicitato interventi prodotti con i metodi sopra indicati in ambito rieducativo sono da considerarsi inapplicabili e meritevoli di censura da parte della nostra Associazione.

Cordiali saluti.

Roma li 15.12. 2017

La Direzione Nazionale

Risoluzione tramite mezzo Skype-telefono

 A tutti i Presidenti Regionali A.P.N.E.C.

Cari colleghi,

la Direzione Nazionale in data 06 dicembre 2017 avendo recepito quanto indicato in sede di Comitato Scientifico in data 10 ottobre u.s., ritiene opportuno comunicare che, a seguito di argomentazione indicata dal Comitato Scientifico, sarà possibile intervenire in ogni Regione alla formazione di gruppi di lavoro attraverso i quali produrre uno o più “poster” riassuntivo/i dei lavori e delle ricerche effettuate (il format sarà reso disponibile sul sito istituzionale) che potranno poi successivamente essere esposti e illustrati all’interno di un evento a questo dedicato e predisposto dalla Direzione Nazionale.

La partecipazione a tale lavoro di preparazione conferirà ai partecipanti il riconoscimento di 16 crediti formativi valevoli per la formazione continua soci A.P.N.E.C.

Cordiali saluti.

Roma li 15.12. 2017

La Direzione Nazionale

Comunicato creazione Poster riassuntivi – Documento PDF

­

ai Legali Rappresentanti CdFR

Gent.mi colleghi,

in sede di Direzione Nazionale tenutasi in data 06 dicembre 2017 è stato ritenuto opportuno addivenire ad individuare i termini temporali entro i quali dovrà essere corrisposto l’avere al Commissario di esame nominato dalla Presidenza, che non dovranno superare i giorni 15 dalla data di presentazione della documentazione di certificazione del corrispettivo da parte dell’interessato.

Al fine di poter dare risposta alle profuse richieste di verifica dei canoni di accesso alla nostra Associazione, accogliendo in tal senso anche quanto espresso dal Presidente del Consiglio Nazionale, si raccomanda che in sede di valutazione dei candidati sia scrupolosamente applicato il regolamento in vigore.

E’ stato ritenuto inoltre opportuno conferire mandato alla Presidenza affinchè possa istituire e nominare una Commissione Straordinaria che possa intervenire a:

  1. verifica rispondenza ai requisiti richiesti da apposito disciplinare
  2. verifica di rispondenza del programma di studio svolto
  3. verifica in relazione alla preparazione degli allievi

A tal fine la Presidenza può decidere, a suo insindacabile giudizio, di affiancare al Commissario A.P.N.E.C. richiesto dal CdFr ( i cui costi resteranno a carico del CdFr come di norma) ulteriori due Commissari scelti dalla Presidenza stessa tra il novero degli aventi diritto.

In tal caso la Commissione di esame sarà composta dai tre Commissari di esame A.P.N.E.C. che individueranno tra loro il Presidente della Commissione di esame.

Alla Commissione di esame dovrà far parte un Medico Veterinario individuato e nominato dal CdFr e potrà partecipare il Direttore Scientifico del CdFr e un ulteriore docente del corso dallo stesso individuato e nominato.

L’eventuale istituzione della Commissione Straordinaria sarà comunicata al CdFr contestualmente alla “ordinaria” nomina del Commissario di esame richiesta dal CdFr.

Nel caso in specie il materiale per la prova scritta sarà fornito ai Commissari direttamente dalla Direzione Nazionale tramite la Presidenza.

Ai due Commissari designati dalla Presidenza sarà riconosciuto un compenso pari ad € 250,00 oltre iva e quota parte cassa previdenziale se prevista, oltre al rimborso delle spese sostenute e documentate; tali oneri saranno a carico dell’ A.P.N.E.C.

Il Presidente della Commissione di esame dovrà redigere nota da presentare alla Presidenza Nazionale con le necessarie osservazioni sugli esiti riscontrati ed esprimere valutazione relativamente all’attinenza con quanto previsto da apposito disciplinare – regolamento.

La mancanza di osservanza dei requisiti richiesti, del programma di studio, così come una diffusa riscontrata impreparazione dei candidati, sarà oggetto di discussione in sede di Direzione Nazionale e potrà comportare la sospensione del riconoscimento quale CdFr per un periodo non inferiore ad un anno solare.

Il CdFr dovrà garantire la necessaria assistenza logistica, operativa, e di segreteria, affinchè sia favorito il soggiorno e la permanenza dei Commissari e affinchè la sessione di esame possa essere svolta al meglio, con la predisposizione documentale necessaria e quanto altro sia di necessario per la definizione e perfezionamento della stessa.

Roma li 15.12.2017

La Direzione Nazionale

 

Comunicazione ai CdFR – Documento PDF