Comunicati del Presidente

COMUNICATI DIREZIONE

 

 


15.12.2015

Associazione Professionale Nazionale Educatori Cinofili

Presidenza Nazionale 

 

 

Comunicato della Presidenza Nazionale

 

            E’ con rammarico che mi accingo ad inoltrare comunicazione relativamente alla presentazione, in data 03 dicembre  u.s.,  da parte del Vice Presidente Vicario  dr. Ruffinatto Fabrizio, delle proprie irrevocabili dimissioni da Componente della Direzione Nazionale.

 

Tengo ad esprimere da parte di tutta la Direzione Nazionale, ed in primo luogo di questa Presidenza, un sincero ringraziamento per il lavoro ed il prezioso contributo che il dr.  Ruffinatto ha dato alle attività prodotte dall' Apnec, confermando la stima non solo in qualità di Presidente Nazionale ma anche e sopratutto quale  amico con il quale ho avuto il piacere di poter collaborare in questi anni.

 

Cordiali saluti.

 

Roma li 14.12.2015

 

 

 

  Il Presidente Nazionale

    dr. Alessandro Bindi                                                              

 


23-10-2015

 

A.P.N.E.C.  

 

- ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE NAZIONALE EDUCATORI CINOFILI -

 

Il Presidente Nazionale

 

23 ottobre 2015

 

Ai Presidenti Regionali APNEC

Loro indirizzi istituzionali di posta elettronica

 

Con la presente convoco l’ Assemblea dei Presidenti Regionali dell’A.P.N.E.C.

per mercoledì 11 novembre 2015 alle ore 7,30 in prima convocazione e alle ore 11,30 in seconda convocazione

presso la sede del Centro Cinofilo 4Zampe Località Castel Rainero 1 a Pancalieri (TO) per discutere il seguente ordine del giorno:

 

1.     Saluti del Presidente

2.     Elezione del coordinatore dei Presidenti Regionali

3.     Varie ed eventuali

 

Data l’importanza degli argomenti da trattare auspico la presenza di tutti i Presidenti.

 

In caso di impedimento il Presidente regionale può delegare un componente del Direttivo regionale (che dovrà essere delegato per la votazione mediante delega scritta e fotocopia firmata del documento del delegante).

 

Nel ricordare che saranno rimborsate unicamente le spese indicate a piè di lista, si fa appello al buon senso di ogni singolo Socio raccomandando di porre particolare attenzione nel preferire il mezzo di trasporto che garantisca un'adeguata economicità.

 

Cordiali saluti.

 

Il Presidente Nazionale

dr. Alessandro Bindi

 

*******************************************************************************

Fac-simile di delega

Io sottoscritto …………………………………………………………Presidente  APNEC della Regione…..………………, delego il Sig. ……..…………………………………………..…………..………a rappresentarmi all’Assemblea dei Presidenti Regionali APNEC che si terrà il giorno _____________ presso ______________________________.

In fede.

Data,                                                                         Firma …………………………………………………………….

 

 


12.10.2015 

A.P.N.E.C.  

 

- ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE NAZIONALE EDUCATORI CINOFILI -

 

 

Convocazione Direttivo Nazionale

 

 

Ai componenti del

Direttivo Nazionale APNEC

loro indirizzi di posta elettronica

 

Cari Colleghi,

mercoledì 11 Novembre 2015  presso la sede del Centro Cinofilo 4 Zampe in Località Pancalieri, Torino, è convocato il Direttivo Nazionale, alle ore 06:00 in prima convocazione e alle ore 10:00 in seconda convocazione, per discutere il seguente

 

O.d.G

1. Comunicazioni della Presidenza

2. Specifica sull’interpretazione del codice deontologico

3. Regioni B ratifica istituzione nuovi Consigli Regionali  

4. Indicazioni Ministero dello Sviluppo Economico B esamina e ratifica dei nuovi regolamenti  

5. APNOCS – determinazioni  

6. Ratifica Deliberazioni Presidenziali

7. Situazione UNI – aggiornamento stato in essere

8. Varie de eventuali

 

Data l’importanza degli argomenti da trattare auspico la massima presenza da parte dei colleghi della Direzione Nazionale.

 

Nel ricordare che saranno rimborsate unicamente le spese indicate a piè di lista, si fa appello al buon senso di ogni singolo Socio raccomandando di porre particolare attenzione nel preferire il mezzo di trasporto che garantisca un' adeguata economicità.

 

Roma li 12.10.2015

 

Il Presidente Nazionale

dr. Alessandro Bindi

 

 


A.P.N.E.C.  

 

- ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE NAZIONALE EDUCATORI CINOFILI -

07.10.2015 

Cerri Alessandra 

Ferrigno Laura 

Gazzano Angelo 

Grana Lucia 

La Spina Aldo 

Violet Aldo 

Graeme Sims 

Zenoni Trautmann Gabrielle Marie 

Loro indirizzi di posta elettronica

 

Oggetto : invito alla prima riunione del Comitato Scientifico APNEC 

 

Gent.mi, 

con  la  presente  ho  il  piacere  di  invitate  le  SS.VV.    alla  riunione  del  Comitato Scientifico  APNEC  che  si  terrà  in  data  mercoledi  28  ottobre

2015  in  prima convocazione alle ore 06,00 ed in seconda convocazione alle ore 10,30 presso l’Hotel Golf posto in Località Tirrenia in Via dell’ Edera

29 – Pisa.  


 

 

Il programma dello svolgimento della giornata è previsto come meglio sotto 

indicato: 

- ore 10,30 saluti del Presidente Nazionale e del Consiglio di Presidenza 

- ore 11,00 presentazione dei Componenti il Comitato Scientifico 

- ore 11,30 ipotesi di lavoro 

- ore 12,30 – 13,00 pranzo 

- ore 14,00 – 14,30 ripresa incontro Comitato Scientifico 

 

L’ Hotel Golf  qualora fosse necessario, mette a disposizione dei partecipanti camere singole al prezzo di €  40,00 + € 2,00 tassa di soggiorno, prima colazione inclusa ( tel 050 957018 - Fax 050 32111 – mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  ).

 

Roma li 07.10.2015 

 

 

Il Presidente Nazionale APNEC 

 

Alessandro Bindi 

 

 

 


05.10.2015 

 

A.P.N.E.C.  

 

- ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE NAZIONALE EDUCATORI CINOFILI -

 

 

Convocazione Consiglio di Presidenza

 

Ai componenti del

Direttivo Nazionale APNEC

…………

loro indirizzi di posta elettronica

 

Con la presente, avendo ricevuto conferma dalla maggioranza degli interessati, comunico che in data 21 ottobre 2015 in prima convocazione alle ore 06,00 ed in seconda convocazione alle ore 10,00 si terrà un Consiglio di Presidenza con all’ordine del giorno l' l’analisi delle tematiche inerenti la nostra consorella APNOCS.

 

Vista l’importanza della tematica auspico la presenza di tutti quanti i destinatari.

 

Prego il Tesoriere Ciro Ferrara di prendere atto della cosa al fine di poter successivamente ottemperare ai necessari rimborsi spesa (il dr. Aldo La Spina incluso).

 

Cordiali saluti.

 

Roma li 05.10.2015

Il Presidente Nazionale APNEC

Alessandro Bindi

 


 18.09.2015


A.P.N.E.C.  

 

- ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE NAZIONALE EDUCATORI CINOFILI -

 

 

Associazione Professionale Nazionale Educatori Cinofili

Presidenza Nazionale

Via Antonio Gallonio 18, 00161 Roma - www.apnec.it

 

 

Direttore RAI 2

Angelo TEODOLI

Vice Direttore Palinsesto e Marketing Patrizia CARDELLI

 

 

Gent.mi,

è con profondo rammarico che apprendiamo che è stata programmata e messa in onda un’ edizione televisiva dal titolo: “I nostri amici animali “, nella quale argomentazioni concernenti l’interazione e la corretta relazione che si instaura tra il cane ed il proprio proprietario sono state demandate all’ addestratore Cesar Millan.

 

Non è certo un segreto, per coloro che hanno seguito alcune sue performance televisive anche del recente passato, che tale personaggio utilizzi metodi e strumenti (collare con le punte, collare ad impulsi elettrostatici) che sono in palese contrasto con il benessere e l’etologia animale.

Metodologie non supportate da alcun fondamento scientifico e comunque ampiamente criticate dai vari esperti del settore e dalle maggiori associazioni medico-veterinarie di categoria.

 

Si ritiene doveroso da parte della nostra Associazione, dover prendere una precisa e determinata posizione contro la “filosofia” ed i metodi del suddetto addestratore, che riteniamo diffonda il suo discutibile metodo di rieducazione comportamentale ingenerando confusione ed una percezione non adeguata di quello che in realtà è l’approccio rieducativo corretto. 


 

Al di là del più volte manifestato utilizzo di metodi coercitivi e lesivi dell’integrità psico fisica del cane, tali interventi risultano assolutamente inaccettabili e superati dalla cinofilia attuale, interventi che trovano le fondamenta sulla superata teoria del capobranco e sulle pratiche coercitive ad esso connesse che non considerano il cane quale animale sensiente e degno di rispetto.

 

Alla luce di quanto sopra si ritiene quindi doveroso esprimere forti perplessità sul fatto che sia stata offerta una vetrina mediatica in Italia a tale metodologia obsoleta, che punta sull’effetto e sulla spettacolarizzazione e svilisce e banalizza l’approccio rispettoso ed etologicamente corretto elaborato in questi ultimi decenni dalla cinofilia moderna.

 

Distinti saluti. Roma li 18.09.2015

 

Dr. Alessandro Bindi 

 

Associazione Professionale Nazionale Educatori Cinofili

Presidenza Nazionale
Via Antonio Gallonio 18, 00161 Roma - www.apnec.it

 

 

 


 25 luglio 2015

A.P.N.E.C.  

 

- ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE NAZIONALE EDUCATORI CINOFILI -

 

A TUTTI I SOCI APNEC

 

 

Giovedì 23 luglio, presso la Sala del Refettorio della Camera dei Deputati in Roma, anche la nostra Associazione ha partecipato all’evento organizzato dal CoLAP : RIPARTELITALIA con la Roadmap del CoLAP, durante il quale sono state presentate le proposte delle Professioni Associative per far ripartire l’Italia ai rappresentanti politici e Istituzionali.

Si evidenziano i punti salienti che sono stati trattati:

Previdenza: Troppo onerosa oggi, con poche tutele e niente pensione per domani. La Gestione Separata : separare la Previdenza dei liberi professionisti a partita iva, blocco dell’aliquota al 27% in via definitiva (riduzione per i Giovani fino a 29 anni del 50% della contribuzione per fascia di reddito fino a 30.000 euro) e reversibilità e tutele piene (es. indennità di malattia I malattie lunghe e oncologiche I, maternità/paternità).

Formazione e politiche attive: deducibilità dei costi della formazione; Aggiungere la categoria del professionista associativo, in possesso dell’attestato ai sensi della legge 4/2013, tra i beneficiari dei finanziamenti, delle agevolazioni e dei supporti.

Fisco e Lavoro: la pressione fiscale è per i professionisti al 60/62%, occorre trovare una soluzione per non soffocare il nostro settore, va bene il de minimi per 30mila euro di reddito, imposta mista al 10%, senza limiti di utilizzo anagrafici o temporali del regime e proponiamo una decontribuzione al 50% per i primi tre anni di attività”.

Necessarie anche : Semplificazione degli adempimenti fiscali (abolizione dello spesometro, Black List, intrastat servizi, modello 770); Stabilità e certezza nel tempo della normativa fiscale.

Europa e Regioni: Occorre rilevare un ruolo attivo delle associazioni professionali che devono diventare enti titolati ad individuare e validare le competenze relative alle professioni.  


IL Presindente Nazionale

Dr. Alessandro Bindi

 


A.P.N.E.C.  

 

- ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE NAZIONALE EDUCATORI CINOFILI -

 

24 LUGLIO 2015 (aggiornato al 9.9.15)

ATTESTATO DI QUALITA’ E QUALIFICAZIONE PROFESSIONALE DEI SERVIZI - LEGGE N. 4/2013



Di sequito troverete risposta alla principali domande quali:


Che cos'è la Legge 4/2013?

Perché la Legge 4/2013 è importante per i soci APNEC?

Che cos'è l'attestato di qualità e qualificazione professionale dei servizi - legge n. 4/2013-  rilasciato dalle associazioni professionali?

Chi può rilasciare l'attestato di qualità e qualificazione professionale dei servizi - legge n. 4/2013?

Quali sono i contenuti dell'attestato di qualità e qualificazione professionale dei servizi - legge 4/2013 rilasciato dall'APNEC?

Per esercitare la professione di educatore cinofilo ed operatore di fini sociali  è necessario essere iscritti a un'associazione che rilascia l'attestato di qualità e qualificazione professionale dei servizi - legge 4/2013 ?

Qual è la differenza fra l’attestato rilasciato dall’associazione Legge 4/2013 e la certificazione di conformità alla norma UNI?




Che cos’è la Legge 4/2013?
La Legge 4/2013 “Disposizioni in materia di professioni non organizzate in ordini o collegi”, pubblicata in GU in data 26 gennaio 2013, promuove l’autoregolamentazione volontaria delle professioni non regolamentate e delle loro associazioni, con l’obiettivo di creare dei marchi di qualità che siano distintivi per i professionisti e soprattutto per chi utilizza i loro servizi professionali (v. artt. 4, 7 e 8).

Perché la Legge 4/2013 è importante per i soci APNEC?
Il mondo della qualità è un mondo prevalentemente volontario. La qualificazione della professione non si basa solo su norme cogenti, come nel caso degli Ordini professionali, ma anche su strumenti di carattere volontario, ovvero certificazioni, marchi, attestati ecc. Il controllo su tali strumenti è pubblico, tuttavia molto è lasciato all’autoregolamentazione dei privati. (v. Disposizioni in materia di professioni non organizzate in ordini o collegi - Domande frequenti (FAQ) del Ministero dello Sviluppo Economico).

Che cos’è l’attestato di qualità e qualificazione professionale dei servizi rilasciato dalle associazioni professionali?
È un “attestato di qualità e di qualificazione professionale dei servizi” prestati dall’associato e può essere rilasciato soltanto ai membri delle associazioni professionali iscritte nell’apposito elenco tenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Chi può rilasciare l’attestato di qualità e qualificazione professionale dei servizi?
Le associazioni professionali che soddisfano determinati requisiti imposti dalla Legge, ovvero che verificano le competenze dei propri iscritti, ne controllano l’aggiornamento professionale costante e il rispetto del Codice deontologico, possono essere incluse in un elenco tenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico e autorizzate a rilasciare ai propri associati un “attestato di qualità e qualificazione professionale dei sevizi” (v. Legge 4/2013 art. 4, comma 1, secondo periodo).
Nell'APNEC tale attestato viene rilasciato solo ai soci sotto forma di un documento in pdf, con validità annuale. La permanenza nella categoria di socio presuppone la prevalenza e la continuità professionale e il completamento di un percorso di formazione continua mediante l'acquisizione dei crediti formativi stabiliti nell’apposito regolamento nazionale. Sul sito APNEC è possibile verificare l'elenco dei soci in possesso dell’attestato di qualità e qualificazione professionale dei servizi ex artt. 4, 7 e 8 della Legge 4/2013.


Quali sono i contenuti dell’attestato di qualità e qualificazione professionale dei servizi APNEC?
Il documento rilasciato ai soci APNEC ne attesta la regolare iscrizione all’associazione ovvero: il superamento di una procedura di selezione per titoli ed esami, l’adesione al codice deontologico dell’associazione, la prevalenza e la continuità professionale nel proprio ambito di competenza, il completamento di un programma di formazione continua attestato dall’acquisizione dei crediti formativi professionali. L'attestato indica inoltre che il socio dispone di copertura per la responsabilità civile professionale.

Per esercitare la professione di educatore cinofilo ed operatore di fini sociali è necessario essere iscritti a un’associazione che rilascia l’attestato di qualità e qualificazione professionale dei servizi?
No, la Legge 4/2013 non istituisce barriere all’ingresso per le professioni non regolamentate e non ha modificato la legislazione in materia di attività professionali riservate. In altre parole, nulla cambia per la nostra professione. L’unico obbligo introdotto da questa legge, all’art. 1, comma 3, è quello di fare riferimento, nei rapporti scritti con il cliente, agli estremi della legge stessa e nello specifico:
Dicitura relativa alla legge 4/2013
Si ricorda che a partire dall'11 febbraio 2013 è obbligatorio per tutti coloro che esercitano un'attività non organizzata in ordini o collegi apporre in tutta la documentazione scritta con i committenti (e quindi non solo nelle fatture) la relativa dicitura, pena sanzione prevista dal Codice del Consumo.


Qual è la differenza fra l’attestato rilasciato dall’associazione ex Legge 4/2013 e la certificazione di conformità alla norma UNI?
L’attestato dell’associazione è un’attestazione di seconda parte. La certificazione di conformità alla norma UNI è di terza parte. In base alla normativa italiana, le “certificazioni” sono solo di terza parte, cioè rilasciate da un organismo di certificazione accreditato secondo lo standard ISO/IEC 17024 per la certificazione delle persone presso l’ente di accreditamento (in Italia ACCREDIA). In italia, al momento, per la categoria professionale degli educatori cinofili non esiste una specifica norma UNI.

 

 


 


A.P.N.E.C.  

 

- ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE NAZIONALE EDUCATORI CINOFILI -

 

Convocazione Consiglio Nazionale - 15 giugno 2015

 

 

15 giugno 2015

 

Ai componenti del

Consiglio Nazionale APNEC

Al Vicepresidente Vicario

Al Vicepresidente

Alla Segretaria Nazionale

loro indirizzi di posta elettronica

 

 

Il Consiglio Nazionale dell’A.P.N.E.C. è convocato per mercoledì 8 luglio 2015 presso Starhotels Excelsior in V.le Pietramellara, 51 - Bologna, alle ore 9.30 in prima convocazione e alle ore 11,30 in seconda convocazione per discutere il seguente

O.d.G.

  •      Introduzione lavori a cura della Presidenza Nazionale
  •      Votazione per elezione Segretario per redazione verbale 
  •      Elezione del Presidente e del Segretario del Consiglio Nazionale
  •      Proposte alla Direzione Nazionale di orientamento dell’attività associativa 
  •      Varie ed eventuali
  •  
  • Ore 13,00 pausa pranzo

 

Alla riunione saranno inoltre presenti il Presidente Nazionale, il Vicepresidente Vicario, il Vicepresidente e la Segretaria Nazionale.

Data l’importanza degli argomenti da trattare auspico la presenza da parte di tutti i Consiglieri.

 

Nel ricordare che saranno rimborsate unicamente le spese inerenti il viaggio, si fa appello al buon senso di ogni singolo Socio raccomandando di porre particolare attenzione nel preferire il mezzo di trasporto che garantisca un' adeguata economicità.

 

Cordiali saluti

 

Alessandro Bindi

Presidente Nazionale APNEC

 

 


A.P.N.E.C.  

 

 

- ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE NAZIONALE EDUCATORI CINOFILI -

 

Convocazione Direttivo Nazionale - 15 giugno 2015

 

 Convocazione Direttivo Nazionale

 

15 giugno 2015

 

Ai componenti del

Direttivo Nazionale APNEC

loro indirizzi di posta elettronica

 

Cari Colleghi,

mercoledì 08 luglio 2015 presso lo Starhotels Excelsior in V.le Pietramellara, 51 - Bologna, è convocato il Direttivo Nazionale, alle ore 12:30 in prima convocazione e alle ore 14:30 in seconda convocazione, per discutere il seguente

O.d.G

1.     Comunicazioni della Presidenza

2.     Commissioni APNEC ed incarichi

3.     Deliberazioni Presidenziali

4.     UNI (comunicazioni)

5.     Dotazione Presidente Telefono Cellulare e numero dedicato

6.     Opportunità redazione bilancio preventivo 2016

7.     CoLAP (comunicazioni)

8.     Utilizzo qualifiche APNEC

9.     Situazione ex Socio Sig. Alessandro Mao

10.  Situazione ex Socio Sig. Stefano Margheri

11.  Convocazione Presidenti Regionali (definizione)

12.  Varie de eventuali

 

Data l’importanza degli argomenti da trattare auspico la massima presenza da parte dei colleghi di Direzione.

 

Nel ricordare che saranno rimborsate unicamente le spese inerenti il viaggio, si fa appello al buon senso di ogni singolo Socio raccomandando di porre particolare attenzione nel preferire il mezzo di trasporto che garantisca un' adeguata economicità.

 

Il Presidente Nazionale

Alessandro Bindi


A.P.N.E.C.  

 

- ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE NAZIONALE EDUCATORI CINOFILI -


 

Roma, 27 aprile 2015

A tutti i Soci APNEC Loro Indirizzi di posta elettronica

L’​Assemblea Nazionale dell’Associazione Professionale Nazionale Educatori C​inofili è convocata per il giorno 6​ giugno 2015,​ alle ore 10:00 in prima convocazione e alle ore 11:00 in seconda convocazione, presso lo Starhotels Excelsior in via Pietramellara n. 51 - 40121
B​ologna​,​c​on il seguente

o.d.g.

1) Elezione Direzione Nazionale, Consiglio Nazionale, Collegio dei Probiviri, Collegio dei Revisori dei Conti

ORE 9,30 – 11,00​  REGISTRAZIONE PARTECIPANTI : si ricorda che possono partecipare tutti i soci i​n regola con il pagamento della quota associativa 2015​ muniti di t​essera APNEC​ o d​ocumento di identità

Ore 11,00​ – Saluto del Presidente e del Vice Presidente Vicario

Ore 11,30  ​Nomina degli incarichi assembleari (un Presidente, due Vice Presidenti, tre Questori, cinque Scrutatori)

Ore 11,45​– Presentazione delle candidature in base a quanto previsto dallo Statuto e di eventuali mozioni

Ore 12,00​– Interventi sulle mozioni presentate

Ore 13,00 – 14,00​ - Votazione

Dalle ore 13,30 sarà possibile fruire del servizio ristorazione

Ore 14,30​- Scrutinio

Ore 15,30 -​Proclamazione degli eletti

Ore 16:00​– Chiusura dei lavori

Ogni socio potrà essere rappresentato per delega da un altro socio. Ogni delega dovrà essere accompagnata da un documento di identità del delegante. Ogni delegato non potrà avere più di n. 3 (tre) deleghe.

Si riporta di seguito fac-simile di delega. La delega dovrà essere firmata in originale e consegnata alla Presidenza dell’Assemblea.

Al fine di organizzare al meglio i lavori, nonché la pausa ristoro, si prega di c​onfermare a questa segreteria entro e non oltre il 30 maggio 2015 la propria partecipazione indicando la presenza per il pranzo che sarà a spese della nostra Associazione.

Non è consentito l’ingresso agli animali

Cordiali saluti

La Segretaria APNEC

 




FAC-SIMILE DELEGA



ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE NAZIONALE EDUCATORI CINOFILI

 



Io sottoscritto ____________________________________________socio APNEC iscritto nel Registro della Regione _______________________________, in regola con il pagamento della quota associativa 2015,

delego

il Sig. __________________________________________________ socio APNEC iscritto nel Registro della Regione __________________________________ a rappresentarmi all’Assemblea Nazionale dell’ Associazione Professionale Nazionale Educatori Cinofili (APNEC) che si terrà il giorno 6 giugno 2015 presso lo Starhotels Excelsior in Via Pietramellara n. 51 Bologna

In fede, data

Firma ___________________________

TORNA ALL'INIZIO^




COME RAGGIUNGERE LO STARHOTELS EXCELSIOR DI BOLOGNA, SEDE DELL'ASSEMBLEA


Dalla stazione
Dalla stazione ferroviaria l'hotel dista solo 100 metri

Dall'autostrada
Dalla A1 Milano / Roma e A13 Venezia / autostrada Padova (3 km), a Bologna prendere la Tangenziale in direzione Ancona, uscita n.7 (Fiera / Via Stalingrado / Centro), proseguire verso la Stazione Ferroviari
Dalla A14 Ancona / Bari autostrada (3 km), a Bologna prendere la Tangenziale in direzione Nord / Milano, uscita n.7 (Fiera / Via Stalingrado / Centro), prendere la direzione verso la Stazione Ferroviaria.

Dall'aeroporto
Dall'aeroporto Guglielmo Marconi (11 km) con l'auto prendere la Tangenziale in direzione Sud / Ancona, uscita n.7 (Fiera / Via Stalingrado / Centro), proseguire verso la Stazione Ferroviaria, con la navetta Airbus che parte da e per l'aeroporto ogni 30 minuti. La fermata è alla  Stazione Ferroviaria proprio di fronte all'hotel.

Dalla Fiera
Dalla Fiera (2 km), prendere un autobus per la Stazione Ferroviaria. Lo Starhotels Excelsior è proprio di fronte.

Indirizzo: Viale Pietramellara, 51, 40121 Bologna

Telefono: 051 246178

 

 


 

A.P.N.E.C.  

 

 

- ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE NAZIONALE EDUCATORI CINOFILI -

 

 

Associazione Professionale Nazionale Educatori Cinofili - è una associazione di professionisti dell’educazione, dell’addestramento cinofilo, della formazione di cani di assistenza (cani per non vedenti, disabilità motorie, portatori di handicap), della rieducazione, nonché di operatori cinofili per fini sociali che operano nei diversi settori di utilità sociale: soccorso, interventi assistiti dagli animali (Pet Therapy), addestramento, cinoantropologia didattica.

Ricorso ACCOLTO.
-------------------------------------------------------------------------------------

SENTENZA ,sede di BOLZANO ,sezione SEZIONE 1 ,numero provv.: 201500069, - Public 2015-03-11 -


N. 00069/2015 REG.PROV.COLL.
N. 00302/2013 REG.RIC.


REPUBBLICA ITALIANA
IN NOME DEL POPOLO ITALIANO
Il Tribunale Regionale di Giustizia Amministrativa
Sezione Autonoma di Bolzano
ha pronunciato la presente

SENTENZA
sul ricorso numero di registro generale 302 del 2013, proposto da:
Associazione Professionale Nazionale Educatori Cinofili A.P.N.E.C., in persona del legale rappresentante p.t., rappresentata e difesa dagli avv. Sonia Moresi e Alessandro La Marca, con domicilio eletto presso lo studio del secondo in Bolzano, via Castel Roncolo, 1;

contro
Provincia Autonoma di Bolzano;

per l'annullamento
previa sospensione dell’efficacia
1) dei commi n. 2 e 3 dell’art. 26 del decreto del Presidente della Provincia autonoma di Bolzano - Alto Adige dell’8.7.2013 n. 19 pubblicato nel Bollettino Ufficiale n. 29/I-II del 16.7.2013 in cui è deliberato che “il direttore o la direttrice responsabile di un centro cinofilo deve essere almeno in possesso del brevetto di figurante per le prove di utilità rilasciato da un'organizzazione riconosciuta dalla Federation Cynologique Internazionale (FCI)”. “In deroga al comma 2, i centri cinofili possono essere diretti anche da persone in grado di dimostrare di aver concluso una formazione presso un'organizzazione che sia membro del Pet Dog Trainers (PDT) europeo”;

nonché per l'annullamento di ogni altro atto presupposto connesso e conseguente a quelli impugnati.

Visti il ricorso e i relativi allegati;
Viste le memorie difensive;
Visti tutti gli atti della causa;
Relatore nell'udienza pubblica del giorno 8 ottobre 2014 il Cons. Terenzio Del Gaudio e udito l’avv. S. Moresi per la parte ricorrente;
Ritenuto e considerato in fatto e diritto quanto segue.

FATTO

L’Associazione Professionale Nazionale Educatori Cinofili - A.P.N.E.C. – impugna i commi n. 2 e 3 dell’art. 26 del decreto del Presidente della Provincia autonoma di Bolzano dell’8.7.2013 n. 19 “Regolamento di esecuzione in materia di protezione degli animali”, pubblicato nel Bollettino Ufficiale n. 29/I-II del 16.7.2013.

A sostegno del ricorso viene dedotto il seguente motivo d’impugnazione:

Eccesso di potere per disparità di trattamento, lesione degli interessi legittimi, violazione dei principi di buon andamento e imparzialità dell’azione amministrativa.

La Provincia autonoma di Bolzano non si è costituita in giudizio.

Con ordinanza n. 224 del 4.12.2013 è stata accolta l’istanza di sospensione cautelare.

Alla pubblica udienza del 16.4.2014 la trattazione di merito del ricorso è stata rinviata, su richiesta di parte ricorrente, alla pubblica udienza dell’8.10.2014, ove il ricorso è stato trattenuto in decisione.

DIRITTO

Il ricorso è fondato.

Si premette che l’Associazione Professionale Nazionale Educatori Cinofili - A.P.N.E.C. - è una associazione di professionisti dell’educazione, dell’addestramento cinofilo, della formazione di cani di assistenza (cani per non vedenti, disabilità motorie, portatori di handicap), della rieducazione, nonché di operatori cinofili per fini sociali che operano nei diversi settori di utilità sociale: soccorso, interventi assistiti dagli animali (Pet Therapy), addestramento, cinoantropologia didattica.

I professionisti iscritti all’Associazione Professionale Nazionale Educatori Cinofili sono circa mille e sono presenti in tutte le regioni d’Italia.

Con il presente ricorso l’A.P.N.E.C. impugna l’art. 26 del decreto del Presidente della Provincia autonoma di Bolzano dell’8.7.2013 n. 19 limitatamente ai commi 2 e 3 che rispettivamente stabiliscono: “il direttore o la direttrice responsabile di un centro cinofilo deve essere almeno in possesso del brevetto di figurante per le prove di utilità rilasciato da un'organizzazione riconosciuta dalla Federation Cynologique Internazionale (FCI)” (comma 2); “In deroga al comma 2, i centri cinofili possono essere diretti anche da persone in grado di dimostrare di aver concluso una formazione presso un'organizzazione che sia membro del Pet Dog Trainers (PDT) europeo” (comma 3).

La ricorrente, che deduce di aver presentato ricorso anche all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ai sensi dell’art. 21bis della legge n. 287/1990 per violazione delle norme sulla concorrenza, lamenta, con il presente ricorso, l’eccesso di potere per disparità di trattamento e la violazione dei principi di buon andamento e imparzialità dell’azione amministrativa, deducendo che le suddette disposizioni escludono i professionisti appartenenti all’A.P.N.E.C. dalla possibilità di poter dirigere un centro cinofilo.

Le doglianze sono fondate.

Osserva il Collegio che l’A.P.N.E.C. è l’unica associazione professionale del settore cinofilo alla quale il Ministero dello Sviluppo Economico ha riconosciuto la possibilità di rilasciare la certificazione di qualità, ai sensi della legge 14.1.2013, n. 4 (cfr. doc. n. 2, pag. 2 – tratto dal sito del Ministero dello Sviluppo Economico) ed è anche l’unica associazione cinofila ad essere stata riconosciuta dal Ministero della Giustizia quale associazione rappresentativa a livello nazionale ai sensi dell’art. 26 del d.lgs. 9.11.2007, n. 206 (cfr. doc. n. 3).

Di converso, per quanto attiene alla Federation Cynolique Internazionale, la ricorrente, nel dedurre che si tratta di una federazione di associazioni di allevatori canini che si occupa della stesura degli standard delle razze, afferma che i figuranti riconosciuti dalla stessa non hanno le competenze di un educatore cinofilo professionista (cfr. doc. n. 4), mentre, per quanto riguarda la Pet Dog Trainers of Europe (europea), la ricorrente deduce trattarsi di un’associazione che si occupa di cinofilia in maniera del tutto privata (cfr. doc. n. 5).

Invero, osserva il Collegio che non risulta che la Federation Cynolique Internazionale e la Pet Dog Trainers of Europe (europea) abbiano ottenuto alcun riconoscimento da parte dello Stato Italiano, sicché le impugnate previsioni di cui ai commi 2 e 3 dell’art. 26 del decreto del Presidente della Provincia autonoma di Bolzano dell’8.7.2013 n. 19 risultano effettivamente discriminatorie nei confronti dell’A.P.N.E.C.

Si tratta, infatti, di disposizioni che escludono ingiustificatamente i professionisti dell’A.P.N.E.C. - che è l’unica associazione cinofila italiana a carattere professionale che ha ottenuto il riconoscimento del Ministero dello Sviluppo Economico e dal Ministero della Giustizia ai sensi della legge 14.1.2013, n. 4 e dell’art. 26 del d.lgs. 9.11.2007, n. 206 - dalla possibilità di dirigere un centro cinofilo.

Va da ultimo dato atto che all’udienza in camera di consiglio del 3.12.2015 parte ricorrente ha depositato in giudizio una “Proposta inoltrata dall’Assessorato” con la quale si manifesta l’intenzione di deliberare, in sede di Giunta Provinciale, la non costituzione nel presente giudizio in considerazione del fatto che “sia l’unico motivo addotto nel ricorso come il fumus boni iuris accompagnato dal periculum in mora di cui nell’istanza di sospensiva appaiono fondati, per cui una costituzione in giudizio dell’Amministrazione provinciale appare senza prospettive” (cfr. all. doc. dep. il 3.12.2015).

In conclusione, il ricorso è fondato e, come tale, va accolto e, per l’effetto vanno annullati gli impugnati commi 2 e 3 dell’art. 26 del decreto del Presidente della Provincia autonoma di Bolzano dell’8.7.2013, n. 19, pubblicato nel Bollettino Ufficiale n. 29/I-II del 16.7.2013.

Alla soccombenza consegue la condanna alle spese che vengono liquidate come da dispositivo, e alla rifusione del contributo unificato.

P.Q.M.

Il Tribunale Regionale di Giustizia Amministrativa - Sezione autonoma di Bolzano definitivamente pronunciando sul ricorso, come in epigrafe proposto, lo ACCOGLIE e, per l’effetto, annulla i commi 2 e 3 dell’art. 26 del decreto del Presidente della Provincia autonoma di Bolzano dell’8.7.2013, n. 19, pubblicato nel Bollettino Ufficiale n. 29/I-II del 16.7.2013.

Condanna la Provincia autonoma di Bolzano alla rifusione delle spese di lite a favore della ricorrente nell’importo che viene liquidato in Euro 3.500,00 (tremilacinquecento/00) oltre IVA, CNPA, accessori di legge e rifusione del contributo unificato.

Ordina che la presente sentenza sia eseguita dall'autorità amministrativa.
Così deciso in Bolzano nella camera di consiglio del giorno 8 ottobre 2014 con l'intervento dei magistrati:
Margit Falk Ebner, Presidente FF
Terenzio Del Gaudio, Consigliere, Estensore
Lorenza Pantozzi Lerjefors, Consigliere
Peter Michaeler, Consigliere


L'ESTENSORE IL PRESIDENTE



DEPOSITATA IN SEGRETERIA
Il 11/03/2015

 


A.P.N.E.C.  

 

- ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE NAZIONALE EDUCATORI CINOFILI -

 
 
18-02-2015

Da: "Presidenza CoLAP"
Data: 17 febbraio 2015 11:33:50 CET
A: "'Ufficio Stampa CoLAP'"
Oggetto: il popolo delle partite iva esulta

Carissimi Associati,
esultiamo al nostro primo risultato  #partitavinta : il Governo Renzi ha accolto l’emendamento CoLAP al mille proroghe bloccando l’aliquota contributiva per i professionisti a partita iva della Gestione separata dell’INPS.
Ora possiamo esultare e poi subito un tavolo per presentare una riforma strutturata della GS; sarà uno dei temi principali del nostro seminario interno di Sabaudia del 10 e 11 Aprile (se non hai ricevuto informazioni puoi chiedere info a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ).

Adesso scateniamoci sulla rete per dare forza alla nostra vittoria:

-          Inserire sul sito dell’associazione il comunicato stampa allegato
-          Pubblicare sul profilo fbook dell’associazione il comunicato stampa
-          Diffondere tra i soci il comunicato stampa via mail e chiedere loro di metterlo su fbook personale
-          IMPORTANTISSIMO tweetter:
A)ritwittate e fate ritwittare ai soci il tweet del CoLAP Nazionale @colap_nazionale
B)twittare la seguente frase (meglio fare copia e incolla) mi raccomando gli #: e fatela ritwittare ai tutti i vostri associati

#partitaiva bloccata aliquota previdenziale GS @Matteorenzi #Matteorimetticiingioco #partitavinta e ora vediamo il campionato!#lavoltabuona

Diffondete più che potete.
Grazie e avanti tutta!!!!

Emiliana Alessandrucci
Presidente CoLAP Nazionale

 

COMUNICATO STAMPA

Il popolo delle partite iva esulta!

“Trovate le risorse per bloccare aliquota contributiva”

#Matteosegnaaportavuota

#Matteorimetticiingioco

#partitavinta

#lavoltabuona

Roma 17.02.2015 l’emendamento CoLAP al milleproroghe che blocca l’aliquota contributiva della GS per i professionisti a partita iva esclusiva ha trovato copertura, e indiscrezioni dicono che sarà approvato il blocco per il 2015.

 

“Siamo molto soddisfatti delle anticipazioni che ci sono pervenute – apre la Presidente del CoLAP Emiliana Alessandrucci – sul blocco nel mille proroghe dell’aliquota contributiva per le partite iva; l’innalzamento era insostenibile e avrebbe messo fuori gioco troppi professionisti.

Il Governo aveva promesso di impegnarsi a trovare una soluzione e mi sembra che l’impegno sia stato assunto, ora dopo il blocco occorrerà sedersi ad un tavolo e lavorare insieme ad una proposta strutturata di riforma della previdenza per le partite iva; una Riforma in grado di rendere sostenibile il futuro, le pensioni appunto, ma anche il presente”.

 

“ Abbiamo nel cassetto da tempo una proposta semplice e realizzabile – continua la Presidente – siamo pronti a presentarla e a discuterne. Sento che siamo sulla giusta strada per valorizzare il nostro mondo e sfruttare tutte le potenzialità produttive e occupazionali ancora rimaste inespresse; auspichiamo ad una politica per le professioni intellettuali maggiormente organica che abbia una visione del percorso da intraprendere e che sappia meglio utilizzare le risorse a disposizione; siamo una delle innovazioni che possono aiutare il paese a riprendersi!”

 

“ Questo successo è stato ottenuto da una squadra, prevalentemente di donne, che ha creduto tenacemente, e a tratti contro ogni possibilità,  alla giustizia e alla necessità del provvedimento. Oggi so di non essere sola ad esultare, con me Marianna Madia che prima in Parlamento, poi come responsabile del lavoro PD ed ora come Ministro dà voce al nostro mondo: un modo di lavorare che fa bene alla politica, alle professioni e al paese;

Grazie ad Alessia Rotta, Chiara Gribaudo, Valentina Paris e al Presidente Damiano”.

 


A.P.N.E.C.  

 

 

- ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE NAZIONALE EDUCATORI CINOFILI -

 

Da: Presidenza CoLAP
Data: 26/01/2015 12:58:20
A: 'Segreteria COLAP';  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ;  'Relazioni Istituzionali CoLAP'
Oggetto: flash mob del CoLAP

Carissimi Presidenti e Associati:

il direttivo del 22 gennaio ha deliberato una mobilitazione di tutte le associazioni aderenti e di tutti i professionisti associati a sostegno dell’emendamento presentato dal CoLAP per bloccare l’aliquota contributiva per i professionisti a partita iva afferenti alla gestione separata dell’INPS,  nel decreto mille proroghe; l’emendamento è stato presentato ora deve essere approvato.

Vi chiediamo di aiutarci attivamente per sostenerlo; pertanto abbiamo organizzato una sorta di “Flash Mob virtuale”  per giovedì 29 GENNAIO 2015 dalle 9 alle 13.



1.       TWEET:  #PartiteIva @matteorenzi dopo #autogoal nuovo regime forfettario ora  blocca l'aliquota INPS G.S. nel milleproroghe  #Matteosegnaaportavuota



Questo è un twosh, un tweet di 140 caratteri esatti che potete inserire nel vostro profilo(TWEET) o in quello della vostra associazione; vi invitiamo a diffondere l’iniziativa ad ogni associato (più siamo più eco avremo), per ogni associazione dovrebbero attivarsi su tweet almeno 20 professionisti. Mi raccomando l’#Matteosegnaaportavuota. Vi chiediamo di seguire il CoLAP fin da subito @colap_nazionale e di ritweettare i nostri tweet. DOBBIAMO CREARE UN TT (TrendTweet) cioè un tormentone della rete!



2.       FACEBOOK: in allegato trovate la lettera aperta a Matteo Renzi che vi invitiamo a pubblicare sui vostri siti associativi e personali; anche in questo caso va richiesto ad ogni professionista associato (almeno 50!)di pubblicare la lettera sul proprio profilo taggando @matteorenzi. La lettera va compilata inserendo il logo dell’associazione e il nome e cognome del professionista.



3.       MAIL E FAX: la lettera allegata dopo averla compilata con logo dell’associazione e nome e cognome del professionista va inviata ai contatti inseriti (nella lettera stessa). Anche in questo caso è necessario diffondere l’iniziativa e arrivare ad almeno 50 professionisti per ogni associazione



4.       Sito associazioni: Inserire sul sito dell’associazione  per il giorno giovedì 29 gennaio 2015 dalle 9 alle 13 la lettera allegata (previa compilazione).







RICORDO CHE LA MOBILITAZIONE è PREVISTA PER GIOVEDI’ 29 GENNAIO 2015 DALLE ORE 9 ALLE ORE 13. Contattateci entro giovedì allo 0644340239 (ore 9-13) se avete bisogno di chiarimenti.



Dobbiamo provarci… grazie per l’aiuto che potrete darci,

Cordialmente



Emiliana Alessandrucci

Presidente CoLAP Nazionale

 


A.P.N.E.C.  

 

 

- ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE NAZIONALE EDUCATORI CINOFILI -

 

Lunedi, 1° dicembre 2014

RINNOVO 2015

Gentile Socio,

ti ricordiamo che la quota associativa deve essere versata entro il 31 gennaio:

Quota Associativa Unica (per qualsiasi qualifica, per una o più qualifiche): 100€
Come previsto dal sistema ISO e dall’ulteriore riconoscimento della nostra Associazione non potranno essere ulteriormente procrastinati i termini.

Il mancato pagamento della quota entro i termini indicati, come previsto dall' art 7 dello Statuto, comporta la cancellazione dai Registri.

Riportiamo di seguito le coordinate bancarie:

BANCA DELL'ADRIATICO Filiale di Ancona N° conto 1000 / 00000315
Intestato a: Associazione Professionale Nazionale Educatori Cinofili
IBAN: IT87 V057 4802 6031 0000 0000 315
N.B.All'atto del versamento della quota associativa specificare nella causale: nome, cognome e regione di appartenenza.
Per permettere il corretto e tempestivo aggiornamento dei nominativi sul sito,
ti invitiamo ad inviare mail a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. indicando: Nome e Cognome, Regione appartenenza ed indicazione di versamento quota 2015.


Cordiali saluti


 

 

COMUNICATO DEL PRESIDENTE - 18 GIUGNO 2012

Cari Colleghi,

nel corso del Consiglio Direttivo, tenutosi immediatamente dopo l'evento assembleare del 16 giugno 2012, sono stato onorato dell'incarico di Presidente Nazionale. Esprimo sincera gratitudine a coloro che hanno voluto affidarmi tale ruolo, dimostrandomi stima e fiducia.
Il mio primo messaggio di saluto non può che essere un ringraziamento, non rituale, all’amico Aldo La Spina che mi ha passato lo scomodo testimone e ai Presidenti che chi mi hanno preceduto, Luigi Polverini e  Maurizio Dionigi, in continuità del lavoro dei quali mi accingo ad iniziare il mio mandato, con passione e determinazione.
Mi pongo come obiettivo primario quello di dare ancor maggior prestigio alla figura professionale dell’Educatore Cinofilo e alla nostra Associazione, guidandola verso mete che fino a poco tempo fa erano insperate.
Conto su ognuno di Voi, convinto che in ogni associazione tutti i soci rivestano la stessa importanza, che ognuno abbia qualcosa da imparare dagli altri e che solo un collaborativo lavoro di squadra possa portare al pieno conseguimento di quanto tutti ci riproponiamo. Resto, pertanto, a vostra disposizione per qualsiasi suggerimento.
Vi abbraccio tutti.

Aldo Violet

 

INTEGRAZIONE DEI PRECEDENTI AVVISI DI CONVOCAZIONE

Ad integrazione dei precedenti avvisi di convocazione inviati via mail in data 9.04.2012 e 4.05.2012, ai sensi dell’art. 19 dello Statuto,

si comunica

che l’ordine del giorno della prossima Assemblea Nazionale del giorno sabato 16 giugno 2012 presso il Rege Hotel & Residence alla Via Milano n. 2 – 20098 San Donato Milanese (MI), sarà il seguente:

 

  1. elezione del Consiglio Nazionale, della Direzione Nazionale, del Collegio dei Revisori dei Conti e del Collegio Nazionale dei Probiviri;
  2. modifica codice deontolologico;
  3. modifiche dello statuto riguardanti:

a)     Sede sociale;

b)    Scopi e oggetto della attività;

c)     Condizioni per l’iscrizione ai Registri

d)    Coordinamento Nazionale dei Presidenti Regionali

e)     Organi dell’Associazione

f)     Gratuità delle cariche elettive

 

La Assemblea in prima convocazione è fissata per le ore [09:00] e in seconda convocazione per le ore [10:00]

 

Le deleghe riportanti la dicitura Congresso Nazionale e non Assemblea Nazionale, precedentemente presentatevi, saranno considerate valide, salvo revoca da inviare via fax al numero [07144230] entro il giorno precedente alla Assemblea.

 

Il programma dei lavori precedentemente inviato è confermato e lo si riporta in basso per comodità di lettura.

 

 

ORE 9 – 10 REGISTRAZIONE PARTECIPANTI : si ricorda che possono partecipare tutti i soci in regola con il pagamento della quota associativa 2012 muniti di tessera APNEC o documento di identità


Ore 10,00 – Saluto del Presidente
Ore 10,15 – Nomina degli incarichi assembleari (un Presidente, due Vice Presidenti, cinque Questori, nove Scrutatori)
Ore 10,30 – Inizio dibattito
Ore 12,30 – Votazione mozioni soci e definizione odg completo
Ore 13,00 – Pausa ristoro
Ore 14,00 – Ripresa dei lavori


Ore 15,00 – REGISTRAZIONE POMERIDIANA DEI PARTECIPANTI


Ore 16,00 – Votazioni

 

Entro le ore 12,00 dovranno essere presentati gli ordini del giorno e le proposte di modifica statutarie.
Le eventuali liste dovranno essere presentate alla Presidenza dell’Assemblea entro e non oltre le ore 14,00.
Ogni socio potrà essere rappresentato per delega da un altro socio.
Ogni delega dovrà essere accompagnata dalla fotocopia del documento di identità del delegante.
Ogni delegato non potrà avere più di n. 3 (tre) deleghe.
Si allega un fac-simile di delega.

La delega dovrà essere firmata in originale e consegnata alla Presidenza dell’Assemblea.
Le deleghe recanti l’indicazione dell’Hotel Casali di Cesena come sede dell’Assemblea (con dicitura Congresso), tanto quelle con l’indicazione dell’ Hotel & Residence alla Via Milano n. 2 – 20098 San Donato Milanese (MI) (con dicitura Congresso), precedentemente inviate, saranno considerate valide, salvo revoca da inviare via fax al numero 071.44230 entro il giorno precedente alla Assemblea.

 

NON E’ CONSENTITO L’INGRESSO AGLI ANIMALI.

Cordiali saluti.
La Segreteria APNEC

 

DELEGA

 

Congresso 16 Giugno

Cari Soci,

nel rispetto dell'Associazione e dei professionisti che rappresenta, Vi invitiamo ad affrontare le tematiche congressuali nelle sedi opportune evitando i social network, che riteniamo strumenti incompatibili alla dignità della professione.

La Direzione APNEC

 

PUBBLICITA' APNEC SU RIVISTE

Verranno pubblicate le seguenti pagine sulle riviste:

Workdogs N. di giugno (con grafica del Congresso), settembre e dicembre

Argos N. di luglio, ottobre e gennaio 2013

Il mio cane N. di luglio/agosto, novembre e febbraio 2013

Pet-Family pagina intera sul N. di giugno (con grafica del Congresso)

 

 
Altri articoli...